Lavare i gatti – Quando lavare i gatti diventa una necessità

In questo articolo parliamo di un argomento un po’ controverso: il falso mito che i gatti non abbiano mai bisogno di essere lavati. In realtà questa non è una verità assoluta, ci sono molti casi in cui è assolutamente necessario lavare i gatti. 

Ogni volta che sui social vengono postati dei gatti durante il bagnetto, qualcuno esordisce esclamando che “i gatti non si lavano”, sembra quasi un disco rotto che si ripete. Al contrario in pochi s’ indignano se un gatto è pieno di sporco ed incrostazioni. Andiamo a vedere nello specifico le occasioni in cui i gatti vanno lavati e i consigli per rendere questa esperienza meno traumatica possibile.

Gatti con problemi dermatologici

I gatti possono essere affetti da problemi dermatologici di varia natura. Le malattie della pelle nei gatti possono essere causate da parassiti, allergie, infezioni batteriche, patologie autoimmuni ecc.. Per ogni tipo di problema il veterinario andrà ad indicare uno shampoo specifico da utilizzare parallelamente ad una cura farmacologica sistemica.


Chi segue la nostra pagina ricorderà il nostro Mozzarella, affetto da dermatite batterica cronica che ogni settimana doveva fare il bagnetto con shampoo specifico prescritto dalla dermatologa veterinaria. La dermatite batterica gli causava delle croste nere e dure, piene di batteri. Mi piace ricordarlo così bianco e immacolato, senza tutte quelle croste che gli davano fastidio.

lavare gatti
La prima volta in toelettatura
lavare gatti
Mozzarella a casa, con tutta l’attrezzatura per il suo bagnetto. Oggi Mozzy non c’è più e il phon professionale che ci è stato donato, oggi asciuga il culetto di due gattine paralizzate.

Con Mozzy abbiamo provato diversi shampoo a base di clorexidina, tra cui Deroxen e Virbac Pyoderm.


Gattini neonati orfani

Questo punto riguarda le persone che si trovano ad accudire gattini neonati orfani. Di norma i gattini vengono lavati dalla mamma, ma in assenza della mamma questo ruolo spetta alle balie umane. I gattini devono essere mantenuti puliti nella massima igiene, perché il contatto con cacca e pipì provoca gravi ulcerazioni della cute e conseguenti infezioni. Se i gattini si sporcano vanno lavati e asciugati bene col phon avendo cura che la temperatura non sia troppo alta.

Gatti obesi

I gatti obesi non sempre riescono a lavarsi da soli. Talvolta non riescono neanche a pulirsi il sedere o leccare via il pelo morto. .


La nostra Polly è arrivata da noi alla veneranda età di 14 anni a causa di una rinuncia di proprietà. Polly prendeva cortisone ogni giorno poiché affetta da una dermatite autoimmune quasi sicuramente collegata anche al periodo di stress. Polly aveva prurito ed era ossessionata dal mordicchiarsi la pelle da sola, talvolta autolesionandosi. In questo caso, unitamente alla terapia farmacologica abbiamo iniziato ad effettuare dei bagnetti per attenuare il prurito, rimuovere i peli morti e scongiurare il rischio di infezioni secondarie.

Per Polly abbiamo optato per Leniderm uno shampoo all’avena, specifico per cute sensibile e irritata.

lavare gatti

Gatti a pelo lungo

I gatti a pelo lungo possono necessitare di lavaggi e spazzolate frequenti, specialmente se tendono ad annodarsi e riempirsi di sporco. Un gatto persiano trascurato e pieno di nodi non è il massimo. Oltretutto nel pelo morto e nei nodi è facile che si annidino le pulci. Non potrò mai dimenticare una gatta simil-persiana che ho avuto in stallo svariati anni fa. Purtroppo era stata abbandonata e quando è arrivata da me era solo nodi e ossa. Due chili di gatta grigia piena di nodi, all’interno dei nodi era piena di pulci. Le pulci avevano aperto la strada a una parassitosi intestinale e Asia aveva una diarrea tremenda, avevo paura di farle male semplicemente toccandola e poi non riusciva a trattenere la cacca, faceva la cacca nel sonno senza accorgersene e si sporcava di brutto. Con una terapia farmacologica mirata, tanti bagnetti rilassanti in acqua tiepida e tante belle spazzolate, quella gatta grigia si è trasformata in una meravigliosa tricolor con sfumature rame, nascoste sotto lo strato di sporcizia.

lavare gatti
Una volta guarita, è stata adottata.

Gli esperti della razza consigliano di utilizzare un pettine di questo tipo, a differenza del solito cardatore, col pettine non si rischia di irritare la pelle. Su Amazon puoi acquistare questo kit molto conveniente in cui è compreso doppio pettine e spazzola per sbrogliare i nodi. Puoi cliccare direttamente su questo banner:

Gatti incontinenti

In caso di gatti anziani e malati è facile che sopraggiungano problemi di incontinenza urinaria. La pipì a contatto con la pelle crea piaghe e irritazioni e favorisce le infezioni batteriche. Tenere la pelle pulita e asciutta è di vitale importanza, poiché le infezioni secondarie in gatti già debilitati, possono essere mortali. Il nostro Artù ad esempio era un gatto Fiv+ e diabetico e nell’ultimo periodo della sua vita ha avuto complicazioni neurologiche che lo hanno reso paralizzato. I gatti paralizzati vanno lavati e asciugati ogni volta con tanta pazienza per evitare la formazione di piaghe.

lavare gatti
Vorrei ricordarlo così il nostro Artù, con lo sguardo vispo e con la voglia di vivere nonostante tutto

Gatti con problemi gastrointestinali

I problemi gastrointestinali nei gatti possono essere temporanei o cronici. In caso di diarrea i gatti possono sporcarsi e trasportare cacca in giro per casa (specialmente se hanno il pelo lungo). Lavare almeno il sedere, in questi casi è importante. Tempo avevamo Jerry che soffriva di diarrea cronica, purtroppo in seguito gli è stato diagnosticato un linfoma intestinale e ora è un angioletto.

Jerry dopo il bagnetto

Gatti bianchi

Per i manti bianchi abbiamo provato anche lo shampoo Baldecchi che lavora sul pelo eliminando le sfumature gialle. Non contiene agenti ossidanti, perborati, acqua ossigenata. In caso di lacrimazione oculare nei gatti bianchi, è possibile utilizzare un prodotto cosmetico chiamato Eye Envy in polvere che serve per assorbire la lacrima, farla indurire e cadere, senza macchiare la pelle. La lacrimazione eccessiva non è solo antiestetica ma favorisce le infezioni oculari.

Se hai dei gatti bianchi ti potrebbe interessare il nostro articolo Gatti bianchi – Se li ami li proteggi

Lavare le orecchie ai gatti

La pulizia delle orecchie nei gatti è importante poiché acari e batteri amano particolarmente la sporcizia delle orecchie dei nostri gatti. Acari e batteri sono i principali responsabile dell’otite nei gatti. A tal proposito ti consiglio di leggere l’articolo Acari delle orecchie: i nemici invisibili dei nostri gatti

Conclusioni

La maggior parte dei gatti si lavano da soli ma nella vita bisogna essere pronti a tutto e sperare sempre che i nostri gatti godano a lungo di buona salute. Bisogna considerare che il bagnetto per un gatto spesso rappresenta un evento stressante. Per questo motivo, se ritieni necessario lavare il tuo gatto, vorrei consigliarti di rivolgerti ad un toelettatore professionista almeno per le prime volte. Per me è stato utile guardare la toelettatrice lavorare, poiché ho imparato le giuste tecniche di manipolazione.

Non afferrare il gatto per la collottola, non immergerlo in acqua con la forza. Bagnalo gradualmente con acqua tiepida, facendo in modo che prenda confidenza con l’acqua nel modo meno traumatico possibile.

Per lavare un gatto ci vuole calma, dolcezza e pazienza altrimenti sarà un incubo per entrambi, ma soprattutto per il povero gatto. Ovviamente ci sono anche gatti assolutamente non manipolabili e per quelli non si possono fare miracoli.

Se il tuo gatto ha problemi di forfora leggi con attenzione l’articolo Perché i gatti hanno la forfora? Cause e soluzioni alla forfora nei gatti

Leggi anche questi articoli: