Cibo preferito dei gatti: cibo industriale o dieta casalinga?

I gatti per natura sono animali cacciatori che catturano le prede e si nutrono della loro carne. Le caratteristiche fisiologiche della digestione sono quelle di un carnivoro obbligato, quindi ricorda che per nessun motivo puoi alimentare il tuo gatto con un’alimentazione priva di carne. Se tu sei vegano o vegetariano, il tuo gatto non lo è.

Il cibo preferito dei gatti in natura

Il cibo preferito dei gatti in natura è costituito da prede come piccoli roditori e uccellini. In natura i gatti sono abili cacciatori, attendono pazientemente l’arrivo della preda, si muovono con discrezione e infine tendono l’agguato. La dentatura dei gatti e la conformazione degli artigli servono proprio a procacciarsi il cibo per la sopravvivenza.

cibo preferito dei gatti croccantini

Col passare degli anni, i gatti sono diventati animali domestici seppur abbiano conservato l’indole e le caratteristiche fisiche dei cacciatori. I gatti domestici non hanno più necessità di cacciare per sopravvivere. Il cibo viene fornito dal proprietario che per praticità utilizza cibo industriale, ovvero croccantini e scatolette. L’istinto predatorio viene quindi soddisfatto attraverso il gioco.


cibo preferito dei gatti croccantini (2)

In tempi recenti però, sempre più proprietari si sono avvicinati ad un’alimentazione casalinga per gatti. I cibi per gatti fatti in casa consentono al proprietario di controllare personalmente cosa mangiano i gatti, tuttavia però spesso i proprietari commettono degli errori che possono influire negativamente sulla salute dei propri gatti.

Croccantini per gatti o cibi per gatti fatti in casa?

I croccantini per gatti sono alimenti industriali prodotti dalle aziende mangimistiche. L’alimentazione a base di cibo industriale di recente è diventata oggetto di dibattiti fra i proprietari di gatti, poiché si ritiene che i cibi per gatti fatti in casa siano più salutari e vicini all’alimentazione naturale del gatto. 


In realtà molti proprietari sottovalutano un concetto molto importante, la dieta casalinga non può essere composta solo da carne o pesce bolliti e soprattutto la dieta del gatto non può essere improvvisata.

Per assicurare una dieta completa e bilanciata occorre essere seguiti da un medico veterinario nutrizionista. La dieta deve essere fatta su misura per ogni gatto e deve tenere conto dell’età, dello stile di vita, delle condizioni cliniche ed eventuali patologie.

Per tutti questi motivi, non puoi alimentare il tuo gatto con una dieta casalinga fai da te!


Le conseguenze di un’alimentazione per gatti scorretta

Un’alimentazione povera di nutrienti può causare al tuo gatto problemi di salute che si manifestano attraverso questi sintomi:

  • pelo opaco, ruvido o a scaglie
  • perdita di peso
  • disturbi intestinali
  • problemi dermatologici

La taurina è uno dei più importanti aminoacidi di cui il gatto ha bisogno, una carenza di taurina può causare cecità e problemi cardiaci.

L’arginina è un altro importante aminoacido necessario per trasformare l’energia in glucosio, la carenza di arginina provoca nel gatto iperammoniemia, ovvero eccessiva presenza di ammoniaca nell’organismo.

Un’alimentazione povera di tiamina (vitamina B1) può danneggiare il sistema cardiaco e nervoso e provocare danni ai tessuti cerebrali. 

Al contrario, un eccesso di vitamina A può causare tossicità.

La carenza di calcio danneggia lo scheletro e provoca problemi ai denti.

L’apporto di proteine nell’alimentazione del gatto deve costituire almeno il 25% del consumo giornaliero di calorie. Una dieta troppo povera di proteine crea carenze nutrizionali, un eccesso di proteine sovraccarica i reni. Le proteine devono avere un alto valore biologico, per un carnivoro obbligato come il gatto, è importante assumere proteine di origine animale.

Il fabbisogno di proteine può cambiare a seconda del gatto, ad esempio aumenta in caso di gatti malati e debilitati o in caso di mamme in gravidanza. Diminuisce in caso di patologia renale.

Anche la qualità delle proteine è importante, ad esempio le proteine derivate dai cereali non vengono assimilate in maniera ottimale dall’organismo.

Ora capisci perché la dieta fatta in casa non si può improvvisare?

Se vuoi alimentare il tuo gatto con una dieta casalinga devi obbligatoriamente rivolgerti ad un medico veterinario nutrizionista. Questa figura professionale è poco diffusa, probabilmente dovrai fare una ricerca per trovare un professionista che sappia coniugare le esigenze nutrizionali di ogni singolo animale. Perché la dieta non è uguale per tutti e cambia nelle diverse fasi della crescita.

cibo preferito dei gatti croccantini (4)

Croccantini e scatolette per gatti

I croccantini per gatti ad oggi rappresentano la scelta più pratica. Va fatta però una selezione tra le varie marche affinché la dieta del tuo gatto sia completa e di qualità. I croccantini migliori non si trovano sicuramente al supermercato o al discount. I croccantini migliori si trovano nei negozi specializzati e solitamente offrono un’ ampia gamma di scelta a seconda dell’età dei gatti. Potrai trovare croccantini per gattini, croccantini per gatti adulti e croccantini per gatti anziani. Alcune marche offrono anche una linea di croccantini per particolari patologie.

Non fidarti dei cibi sponsorizzati in tv e non scegliere l’alimento del tuo gatto in base al prezzo, piuttosto impara a leggere le etichette. Sull’etichetta sono elencati gli ingredienti in ordine decrescente. Il primo ingrediente rappresenta quello contenuto in maggiore quantità. Assicurati che i primi ingredienti siano di origine animale come carne, pesce, uova, o farina di carne o di pesce, preferibilmente non sottoprodotti. Se i primi ingredienti sono cereali, evita di acquistare quei croccantini.

Non risparmiare sull’alimentazione del tuo gatto, altrimenti quei soldi in futuro potresti spenderli in medicine.

I croccantini inoltre, attraverso la masticazione, svolgono un’azione meccanica che aiuta a prevenire placca e tartaro. Di questo argomento ne abbiamo già parlato nell’articolo Perché ai gatti puzza l’alito? Attenzione a gengivite, stomatite e ulcere orali.

Le scatolette per gatti essendo un cibo umido hanno un alto contenuto d’acqua. Sono utili quindi ad assicurare una buona idratazione e prevenire patologie renali. Gli alimenti umidi per gatti possono essere completi o complementari. I croccantini invece sono sempre completi. Gli alimenti complementari da soli non sono sufficienti, vanno quindi inseriti nell’ambito di una dieta completa. 

Evita gli alimenti umidi che contengono solo il 4% di carne o pesce! 

Cosa mangiano i gatti di Mamma Carota e Miciopapà

Tra le nostre scatolette preferite, è d’obbligo citare le Monge Delicate. Si tratta di un alimento completo con il 70% di pollo. Prova la variante con omelette e acciughine che fa impazzire i nostri gatti!

La scatoletta preferita della nostra pazzerella Nikita è Almo Nature HFC con tonno dell’atlantico al 55% (alimento complementare)

Ottime anche le scatolette Natural Code, disponibili in molte varianti e ricche di carne e pesce di qualità (alimento complementare).

Come croccantini per i nostri gatti non più giovanissimi, abbiamo scelto gli Hill’s Science Plan Feline Mature con il 35% di pollo (consigliati per gatti che hanno superato i 7 anni). Sono ideali per prevenire problemi renali, grazie alla formulazione arricchita di antiossidanti e omega 3. A basso contenuto di fosforo.

Per gatti adulti c’è la variante Hill’s Science Plan Adult Optimal Care per gatti adulti con il 39% di pollo.

Pensa che il nostro gatto Charles due anni fa aveva i valori renali un po’ borderline, per un pelo non abbiamo sfiorato l’insufficienza renale. Aveva il pelo opaco e spento. Oggi ha un pelo lucido e morbido e i valori renali sono perfetti. Anche Baffuta ha attraversato un periodo brutto, aveva un principio di insufficienza renale e stava iniziando a dimagrire, aveva una brutta stomatite risolta con l’intervento di estrazione dei denti. Grazie all’intervento e alla giusta alimentazione, oggi Baffuta è tornata alla sua forma tondeggiante e il suo pelo è tornato vellutato.

Conclusioni

Bene! Vi abbiamo rivelato qual è il cibo preferito dei gatti di Mamma Carota e Miciopapà. Naturalmente in commercio ci sono cibi svariati e adatti a tutte le tasche. Chi ha un gatto solo o pochi gatti probabilmente potrà fare una ricerca approfondita e scegliere un’alimentazione più costosa. Chi si occupa di colonie feline dovrà trovare un cibo che metta d’accordo qualità e prezzo. Scatolette e croccantini di qualità rappresentano una scelta migliore rispetto a una dieta casalinga improvvisata senza competenze specialistiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.