Piometra nel cane e nel gatto – Sintomi e prevenzione

In questo articolo parliamo di piometra, ovvero un’infezione batterica dell’utero che colpisce cagne e gatte non sterilizzate di qualsiasi età e razza.

Piometra – Cause

Nel cane

Durante il calore l’organismo della cagna produce l’ormone progesterone per preparare l’utero ad un’eventuale gravidanza, il progesterone causa un’ispessimento della parete dell’utero e un aumento del numero delle sue ghiandole. Queste ghiandole costituiscono un ambiente ideale per la proliferazione dei batteri.

Nel gatto

Nella gatta in calore, i batteri approfittano dell’apertura della vagina per penetrare nel corpo dell’animale verso la cervice uterina. Le gatte che possono sviluppare la piometra sono quelle che hanno avuto un estro durante il quale non si è verificata la fecondazione e quelle che hanno ricevuto terapie a base di progesterone.


Sia nelle cagne che nelle gatte, la somministrazione di ormoni per sopprimere o prevenire i calori è una delle principali cause di piometra. Per evitare calori e gravidanze indesiderate è di gran lunga preferibile la sterilizzazione chirurgica.

piometra cane gatto

Piometra – Sintomi

Il sintomo principale della piometra nel cane è la fuoriuscita di sangue e pus dalla vagina. Talvolta però è possibile che il pus si accumuli all’interno dell’utero e quindi non ci sia scolo vaginale visibile. Nel secondo caso la diagnosi di piometra sarà più difficile. Altri sintomi riconducibili alla piometra sono inappetenza, disidratazione, letargia, sete e minzioni urinarie eccessive. Se la tua cagna (o gatta) ha uno o più di questi sintomi, devi condurla immediatamente dal veterinario. In mancanza di cure tempestive la piometra conduce alla morte dell’animale.


Piometra – Prevenzione e trattamento

Il modo migliore per prevenire e curare la piometra è la rimozione completa di utero e ovaie, ovvero la sterilizzazione chirurgica. In questo modo si elimina l’origine dell’infezione batterica.  piometra cane gatto

La sterilizzazione chirurgica effettuata preventivamente è sempre la soluzione migliore. Si tratta di un’intervento di routine che andrebbe effettuato il prima possibile a partire dai 6 mesi di vita circa. Questo intervento effettuato preventivamente non comporta particolari difficoltà post-operatorie. La sterilizzazione chirurgica è utile anche per la prevenzione di tumori mammari.

L’intervento di sterilizzazione effettuato in emergenza, può comportare un post-operatorio più impegnativo, poiché l’animale ha bisogno di flebo reidratanti e terapia antibiotica. Tuttavia è la scelta migliore per salvare la vita del proprio animale.


Nel caso di animali destinati alla riproduzione, alcuni proprietari rifiutano l’intervento di sterilizzazione chirurgica, scegliendo una terapia medica a base di ormoni che favoriscono l’eliminazione del pus. Questa terapia però è dolorosa, ha costi elevati ed effetti collaterali anche gravi, oltre al rischio di recidive di piometra.

In assenza di cure tempestive la piometra conduce inevitabilmente alla morte. 

Post-operatorio

Dopo l’intervento di sterilizzazione generalmente viene consigliato l’utilizzo di un collare elisabettiano per evitare che la cagna o la gatta si strappino via i punti di sutura. Ce ne sono in vendita di ogni tipo, in questo momento vanno di gran moda quelli morbidi gonfiabili, scelti per motivi di confort e comodità del cane.

Su Amazon potrai acquistare anche questi pratici body post-operatori per cani.

Per i gatti, se vuoi optare per un collare elisabettiano morbido, ci sono alcuni modelli in cotone soffice e leggero.

Personalmente per le mie gattine femmine ho trovato pratico il body post-operatorio. Questo è quello indossato dalla nostra bellissima Lisbona, disponibile in diversi colori.

piometra sterilizzazione gatti
Il body post-operatorio è ideale dopo l’intervento di sterilizzazione

La nostra Lisbona è stata molto felice di indossare il body post-operatorio poiché rispetto al collare è più confortevole, agevola i movimenti e facilita l’alimentazione.

piometra sterilizzazione gatto body

Ti ricordo che puoi acquistarlo su Amazon cliccando sui nostri banner:

I benefici della sterilizzazione chirurgica nei gatti

Nei gatti l’intervento di sterilizzazione è utile anche per prevenire le marcature urinarie verticali che spesso hanno una motivazione sessuale. Abbiamo già parlato di marcature urinarie nel nostro articolo Gatti e pipì – I segreti per la pulizia della casa e nel nostro articolo Come eliminare odore pipì gatto.

La sterilizzazione chirurgica inoltre previene il rischio di trasmissione della Fiv, un retrovirus che si trasmette tramite i combattimenti tra gatti. Puoi approfondire l’argomento leggendo il nostro articolo Cosa è la Fiv?